Tachigrafo Digitale

Il tachigrafo è un dispositivo di registrazione in vigore, in Italia, dagli anni 80. Nel corso dei decenni questo apparecchio, così come la normativa che ne regola l’utilizzo, hanno subito notevoli modifiche alla fine di migliorare sempre di più la sicurezza su strada.
Il 2006 segna una data importante, l’entrata in vigore del tachigrafo digitale e del Regolamento 561.
Con l’entrata in vigore di un dispositivo che registra le informazioni digitalmente, l’azienda è obbligata ad adeguarsi alla normativa che ne regola l’uso e il controllo da parte dell’azienda sul conducente.

Gli obblighi normativi

1.
Scarico Carta Autista

Come si effettua lo scarico della carta Conducente? E ogni quanto va effettuato?
Che cos’è la memoria di massa? Scopriamolo insieme

Come si effettua lo scarico dati?
2.
Archiviazione dei Dati

La normativa specifica che i dati scaricati vanno archiviati, ma cosa significa esattamente? Chi si occupa di archiviare i nostri dati tachigrafici?

Scopri come Archiviare i tuoi dati
3.
Analisi delle Infrazioni

Il controllo delle infrazioni è un passaggio cruciale per rispettare gli sviluppi normativi degli ultimi anni e per evitare spiacevoli situazioni a fronte di un controllo

Maggiori Informazioni
4.
Corso di Formazione

Svogliamo corsi di formazione dal 2006 con personale preparato e competente. Un corso di formazione è un investimento nel tuo personale aziendale! Iscriviti!

Richiedi informazioni per il Corso di Formazione

SANZIONI

Riportiamo le infrazioni più comuni e le sanzioni a cui si va incontro con il Regolamento CE 561/2006.
Solitamente le infrazioni commesse più spesso riguardano i tempi di guida e di riposo.
Consigliamo caldamente ai nostri clienti di iscriversi ai nostri corsi di formazione per essere sempre aggiornati e in regola, cliccando QUI.

TABELLA-SANZIONI-2_page-0001-1

Alle sanzioni contrassegnate con * va aggiunta la sospensione della patente di guida per un periodo che va da 15 giorni fino a 3 mesi.
Per ciascuna violazione effettuata dal conducente è prevista per il datore di lavoro la seguente sanzione:

Impresa inosservante delle prescrizioni regolamentari sul lavoro: da 327.00€

Qualora le infrazioni siano avvenute nell’orario notturno, ovvero tra le 22.00 e le 6.00 del mattino, gli importi sono aumentati di un terzo.